Author: Alex

Bonus verde 2018

La nuova detrazione, introdotta dalla recente legge di bilancio, ammonta al 36% delle spese, nel limite massimo di 5.000 €. Sono inclusi i costi di progettazione e manutenzione.

Le cifre

È possibile detrarre dall’Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) il 36% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2018, con unlimite massimo di 5.000 €, per gli interventi di sistemazione a verde degli immobili ad uso abitativo.

 

NOTA: Quando gli interventi di ristrutturazione sono realizzati su immobili residenziali adibitipromiscuamente all’esercizio di un’attività commerciale, dell’arte o della professione, la detrazione spetta nella misura ridotta del 50%.

A chi spetta

Possono usufruire della detrazione sulle spese di ristrutturazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) chepossiedono o detengono l’immobile.

 

Oltre che dai proprietari, il bonus può essere quindi richiesto da:

– nudi proprietari;

– titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);

– locatari o comodatari.

 

La detrazione spetta anche per gli interventi effettuati sulle parti comuni esterne dei condomìni.

Il limite di spesa è 5.000 € per unità immobiliare ad uso residenziale.

 

NOTA: in caso di venditadell’unità immobiliare sulla quale sono stati realizzati gli interventi, la detrazione non utilizzata in tutto o in parte è trasferita, per i rimanenti periodi di imposta, salvo diverso accordo delle parti, all’acquirente. In caso didecesso dell’avente diritto, la fruizione del beneficio fiscale si trasmette, per intero, esclusivamente all’erede che conservi la detenzione materiale e diretta dell’unità immobiliare.

Quali interventi

La detrazione fiscale del 36% è riconosciuta per gli interventi di sistemazione a verde delle aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze e recinzioni.

 

Per sistemazione a verde si intende:

– la fornitura e messa a dimora di piante o arbusti di qualsiasi genere o tipo;

– la riqualificazione di tappeti erbosi, con esclusione di quelli utilizzati per uso sportivo con fini di

lucro;

– il restauro e il recupero del verde relativo a giardini di interesse storico e artistico;

– la realizzazione di coperture a verde;

– la realizzazione di giardini pensili;

– realizzazione di impianti di irrigazione;

– realizzazione di pozzi;

– la progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.

Condizioni

La detrazione deve essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo, nell’anno in cui è sostenuta la spesa e in quelli successivi.

 

Ciascun contribuente ha diritto a detrarre annualmente la quota spettante nei limiti dell’Irpef dovuta per l’anno in questione. L’importo eventualmente eccedente non può essere rimborsato né conteggiato in diminuzione dell’imposta dovuta per l’anno successivo.

 

Per ottenere la detrazione, i pagamenti devono essere effettuati con strumenti idonei a consentirne la tracciabilità.

 

Per gli interventi effettuati neicondomìni, la detrazione spetta al singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

 

La detrazione è cumulabilecon le agevolazioni già previste sugli immobili vincolati ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, ridotte nella misura del 50 per cento.

 

Si parte…

Domenica 22 gennaio 2017 la prima esperienza a 3 che vede partecipi:Un sogno verde, Matteo Furian e Bronte vivai ,nata come una sfida,la collaborazione tra il terzezzo ha tutta l’aria di qualcosa di nuovo ed unico seguici e sceglici,non te ne pentirai,il nostro obbiettivo è quello di crescere ed innovarsi per dare al cliente finale tutto ció che cerca in termini di verde.Ció che siamo andati a proporre alla domenica ecologica di dolo ,é un giardino sensoriale dimostrativo,dove la persona una volta percorso si sentisse stimolata da ciò che vedeva,sentiva,gustava,toccava ed avvertiva.

Tutto questo pensato da Matteo Furian fornito da Bronte vivai di mira ed eseguito da Un sogno verde.

Si parte …..questo vuole essere il nostro motto per una partenza che porterá noi molto avanti, e tutto ciò grazie al vostro sostegno ed alle vostre scelte. Grazie

Collaborazione tra Un sogno verde, Bronte e Matteo Furian

Da novembre 2016 Un sogno verde, Bronte e l’architetto paesaggista Matteo Furian hanno stretto una collaborazione vincente, in quanto riusciamo ad offrire tutto ciò di cui il cliente ha bisogno in questione di  garden, dalla progettazione alla consulenza, passando per la fornitura piante ed arbusti, terminando con la realizzazione ed il mantenimento del vostro giardino.

Notte bianca

Abbiamo Partecipato alla prima notte bianca a Cazzago di Pianiga ,dove dobbiamo ammeterlo, è stato un vero e proprio trampolino di lancio, la nostra attività sarebbe nata agiugno 2016 ,ed un mese prima abbiamo messo in mostra in un piccolo spazio, cosa siamo capaci di fare.

Da li in poi è cominciato il lavoro e le richieste per le nuove piantumazioni di giardini ed aiuole.con un enorme soddisfazione da parte nostra e del cliente che soddisfatto è per noi stimolo di miglioramento e dedizione per la nostra passione.

Collaborazione tra Un sogno verde ed Agrotecnica fll.i Bresciani

pulizia boschi
Da Gennaio 2016 Lazzarin Alex ed Agrotecnica fll.i Bresciani hanno stretto una collaborazione partita da una datata amicizia ,con la quale oltre ad avere avuto negli anni moltissimi consigli in fatto di verde ,ha perfezionato la propria passione per poi aprire attività nel giugno 2016 come Sogno verde ,in oltre per lavori di grossa entità la loro collaborazione è molto importante.